pppp

CI SONO MOLTI MODI PER IMPARARE UNA NUOVA LINGUA

Con attività di interazione pratica

Bologna è una città rosso mattone, piena di portici, affreschi, mercati all’aperto, osterie e luci dorate che attraversano i palazzi medievali all’ora del tramonto. Su di Lei, “Vecchia Signora”, come la chiama Guccini, in internet ci sono molte informazioni. Anzi c’è tutto.

Una sola cosa non c’è: Tu e il tuo modo di scoprirla

E’ un modo nuovo di scoprire la lingua, adatto gli amanti dell’avventura e della novità: utilizzando strumenti come video, audio, interviste e fotografie scoprirai la città con i tuoi occhi e i tuoi sensi. Un modo nuovo perché chi scrive, guarda, commenta, chi dice “Mamma mia che bello!”, oppure “Oddio che buono!” è chi partecipa e non qualcun altro. Costruirai così una Bologna tutta tua: incantata, romantica, culinaria, culturale, artistica, fotografica, creativa, segreta e tanto altro. I materiali autentici raccolti saranno caricati sulla pagina facebook “Bloghita” e utilizzati per la rielaborazione di tutto quello che hai creato. Il protagonista del tuo viaggio diventerai tu, e in tutto il mondo potranno leggere e ammirare cosa hai vissuto e il modo in cui l’hai fotografato, descritto e narrato.

Il tuo viaggio sarà online

Perché partecipare. Per

  • Imparare l’italiano in un modo nuovo, non convenzionale: interagendo con italiani e praticando la lingua
  • Divertirsi mentre si impara
  • Sperimentare altri pezzi di sé, perché espressi in una lingua diversa dalla propria Lingua Madre
  • Essere i protagonisti del proprio viaggio e del proprio apprendimento
  • Diventare i fotografi, gli scrittori, i poeti, i giornalisti che scoprono e raccontano storie e immagini
  • Incontrare altri turisti e viaggiatori e fare nuove amicizie
  • Condividere esperienze, avventure e suggestioni
  • Conoscere dal vivo cosa offrono la città e i suoi abitanti
  • Scoprire luoghi nascosti

PUOI SCEGLIERE TRA LE SEGUENTI ATTIVITA’

Per imparare l’italiano, questa è una modalità molto divertente quando si fa insieme. Occorrono quindi o una classe di studenti già formata, o un gruppo.

Il benessere: Vai in Strada Maggiore 49 da Bottega Ashtanga. Ti aprirà una donna dagli occhi azzurri che ti darà delle istruzioni. Eseguile. E sorridi. Alla fine, falle una piccola intervista.

Sapori nuovi bio e vegani: Vai in via Sant’Isaia da Canapè, bistrot vegano. Scopri i piatti del giorno. Chiedi alla ragazza dietro al bancone informazioni su: quali sono gli ingredienti usati per cucinare quel giorno, dove sono stati acquistati, una ricetta a vostra scelta tra quelle proposte. Prendi appunti o fai un’intervista audio o un video col tuo cellulare.

Sapori antichi il ragù alla bolognese: Vai in via del Pratello 69 da “Pasta fresca Naldi” e chiedi la ricetta per il ragù alla Bolognese e degli gnocchi pasticciati. Se poi vuoi, puoi andare a fare la spesa con gli ingredienti necessari e poi provare a fare il ragù nella tua cucina. Com’è venuto? Puoi anche fare un’intervista libera e chiedere tutte le tue curiosità sul cibo bolognese fatto in casa.

Vini e taglieri: Vai da Eataly dentro librerie.coop Ambasciatori in via Orefici 19. Degusta un calice di vino e se hai voglia mangia anche un panino con la mortadella – uno dei più buoni di Bologna. Curiosa tra migliaia di libri, scegli il tuo e leggi qualche pagina seduto ai tavoli di legno. Prendi appunti per raccontare questo momento e cosa sta accadendo nel libro che stai leggendo.

Arte e Cultura: Scegli una mostra d’arte o un Museo a tuo piacimento. Fai delle fotografie e una loro descrizione. Prendi appunti o registra un audio o un video mentre descrivi. Prova a convincere chi ti ascolterà o chi ti leggerà della bellezza di quello che stai vivendo.

Le osterie: Vai in Vicolo Ranocchi 1 all’Osteria del Sole e intervista il proprietario o il barista: chiedi qual è la storia dell’osteria e come funziona se si vuole andare lì a bere e a mangiare. Prendi appunti o fai un’intervista audio o un video col tuo cellulare.

La musica :Vai in via D’Azeglio 15 davanti alla casa di Lucio Dalla, cantautore Bolognese. Cerca in internet le sue canzoni e sceglie quella che ti è piaciuta di più. Ascolta le canzoni o seduto sulle gradinate di Piazza Maggiore o sopra un portico in Piazza Santo Stefano. Mentre ascolti, scrivi o registra col tuo cellulare che cosa vedi e cosa accade intorno a te.

Per chi desidera visitare la casa all’interno, è possibile prenotare una visita http://www.fondazioneluciodalla.it

L’aperitivo: Vai in Piazza Maggiore e siediti in uno dei tavolini de La Linea. Ordina uno spritz, il tipico aperitivo italiano. Intervista il barista e chiedigli: la storia dello spritz, dov’è nato, quali sono le sue varianti, qualche curiosità e di descriverti la persona-tipo che lo beve. Scrivi o registra la conversazione sul tuo cellulare. Puoi anche fare un’intervista libera.

Un calice di vino: Vai alla Vineria Favalli in Via Santo Stefano, 5A. La vineria dà sulla piazza ed è uno dei migliori posti a Bologna dove degustare un bicchiere di vino. Chiedi informazioni al proprietario su: quali sono i vini migliori in Italia, quali i più bevuti, che differenza c’è tra vino biologico e biodinamico. E’ vero che i solfiti fanno venire il mal di testa? Che cosa significa “bere un bicchiere di vino” per gli italiani? Scrivi o registra la conversazione sul tuo cellulare.

Soprese! Ma molte, molte altre avventure ti aspettano! Troppo lungo – e senza sorprese – elencarle tutte qui! Per esempio: dove si beve il miglior caffè di Bologna? Qual è il mercato contadino più caratteristico del centro e con i migliori cibi biologici della zona? Dove si trova una delle poche piazze dove all’ora di pranzo batte il sole? E le passeggiate?

 LINGUA USATA

  • Per chi parla italiano, anche poco: la lingua usata sarà l’italiano
  • Per chi non parla italiano: la lingua usata sarà la propria lingua madre. In questo caso, le indicazioni utili per interagire con le persone, verranno date da Tania

Per chiedere un preventivo gratuito: info@taniapasqualini.it alla voce Contatti